AFFITTO VACACIONALES - Trasferirsi a Gran Canaria

Chiamaci +34 617.374.130

Home » unità abitative a gran canaria » AFFITTO VACACIONALES

AFFITTO VACACIONALES

In questo articolo parlerò del decreto definitivo per AFFITTO VACACIONALES in canarias pubblicato sul gazzettino ufficiale il 28 maggio scorso .

Molti di noi avevano il progetto di poter acquistare uno o più appartamenti , in base alle proprie possibilità finanziarie ,a scopo redditizio, pensando di poter creare una attività come il B&B o semplicemente affittando il proprio immobile settimanalmente al turista. Il decreto varato per l' AFFITTO VACACIONALES permette in parte tutto ciò:

  • Il B&B rimane totalmente illegale , quindi impossibile creare una attività del genere
  • Il vostro immobile potrete affittarlo settimanalmente solo se ubicato in zona residenziale e non turistica e se rispetterà i requisiti emanati dal decreto 

AFFITTO VACACIONALES

IL DECRETO DELL’ AFFITTO VACACIONALES TRADOTTO IN ITALIANO:

IL DECRETO DELL’AFFITTO VACACIONALES TRADOTTO IN ITALIANO:

Lo Statuto di Autonomia delle Isole Canarie, approvata dalla Legge Organica 10/1982, del 10 agosto, al punto 21 dell’articolo 30 attribuite alla competenza esclusiva delle Canarie nel settore del turismo.

Legge 7/1995, del 6 aprile, sul Turismo delle Isole Canarie, è stato approvato nell’ambito della competenza esclusiva e l’esercizio del potere legislativo, che nella sua forma attuale, prevede che i servizi di ricettività turistica saranno offerti all’interno dell’hotel o extra-alberghiere regime; e il Governo delle Canarie regolerebbe i tipi di stabilimenti che rientrano all’interno di ciascuna modalità. Questo mandato legale è stata condotta con l’approvazione del decreto 142/2010 del 4 ottobre, il regolamento di Attività Turistiche Alloggi è approvato.

Successivamente, il Parlamento ha approvato la legge 4/2013, del 4 giugno misure di allentamento e promuovendo mercato immobiliare noleggio, che all’articolo I, paragrafo 2, aggiunge la lettera e) dell’articolo 5 della legge 29/1994, del 24 novembre, di contratti di locazione urbani, per i quali è escluso dal campo di applicazione della legge, “la cessione temporanea di un intero alloggio arredato e attrezzato per un uso immediato, commercializzati o promosso nel settore del turismo e dei canali realizzati a scopo di lucro, se sottoposti a un regime specifico, derivato dalle sue normative di settore. “

E ‘per tutto quanto sopra, che è considerata necessaria, lo sviluppo del regolamento per determinare le condizioni ei requisiti per le case vacanza, incorporando la regolamentazione degli stabilimenti di alloggio turistico, come una nuova tipologia di forma extrahotel. Tuttavia, a causa delle caratteristiche particolari di questo tipo extra alberghiere, di sviluppare le case che sono state costruite o riabilitate in base alle condizioni già regolati da normative specifiche, che li distinguono da tutti gli altri tipi di esercizi ricettivi turistici, non è dovrebbe essere requisiti applicabili o costruttive o quelli di attrezzature e servizi applicabili agli altri esercizi ricettivi turistici, e deve soddisfare i requisiti specifici.

Il decreto si compone di un unico articolo, dedicato alla adozione del regolamento delle case vacanza nelle isole Canarie, il testo viene poi inserita una disposizione aggiuntiva di modificare il regolamento di alloggio turismo approvato con decreto 142/2010 del 4 ottobre, due disposizioni finali di abilitazione e l’entrata in vigore e un allegato al contenuto del regolamento.

Il regolamento si compone di quattro capitoli e tre allegati.

Capitolo I, fatto riferimento alle disposizioni generali che trattano la materia, le definizioni, la portata, lo status giuridico, così come quelli dedicati ai divieti e gli aspetti legati alla identificazione (piatto-distintivo) e di informazione e pubblicità delle case vacanza .

Capo II tratta le condizioni d’uso e di sicurezza richieste, requisiti funzionali e dei requisiti minimi di apparecchiature che dovrebbero avere case vacanza e informazioni sui prezzi da raccogliere. Tali requisiti sono considerati complementari a quelle già previste dal Decreto 117/2006, del 1 ° agosto, con la quale l’abitabilità delle abitazioni e la procedura per ottenere il certificato di occupazione sono regolate.

Capo III stabilisce il regime di sfruttamento delle case di vacanza, così come la procedura di dichiarazione responsabile per l’avvio delle attività, secondo il regime di dichiarazione responsabile generale istituito dalla legge sul Turismo delle Isole Canarie, nei suoi articoli 13.2. a) e 24.1. In questa dichiarazione appropriata, a seconda o la data richiesta la licenza edilizia della proprietà si chiede, cioè, essere accompagnati, responsabile per l’occupazione di un documento di edifici o strutture dichiarazione è accompagnata, come previsto Articolo 166-bis del testo unico delle leggi di pianificazione delle Isole Canarie e Canarie Isola aree naturali, o se del caso, il certificato di occupazione o di licenza di prima occupazione, in base alle condizioni di cui al Decreto 117 / 2006 del 1 ° agosto, per cui l’abitabilità delle abitazioni o di regolamento che sostituisce regolamentato. Allo stesso modo è inoltre accompagnata, nel caso delle abitazioni sotto il regime di proprietà orizzontale, l’assenza di una dichiarazione esplicita di divieto nella Costituzione dei proprietari, per l’attività di case di vacanza; e, se del caso, la dichiarazione dell’impossibilità di porre la targa distintiva sulla parte esterna della casa vacanza, dall’esistenza di espresso divieto dai proprietari, targhette di collocamento in aree pubbliche o l’esterno della casa In questo capitolo il cambiamento processo di comunicazione e incidente nella conduzione degli affari e la procedura con cui i Consigli Isola della cessazione di attività è regolamentata anche.

Capitolo IV è dedicato ai reclami ed alle ispezioni e sanzioni.

E infine i tre allegati, contenenti, il primo, il modello piatto distintivo di esporre per le case vacanza, la seconda con i dati minimi da includere nella dichiarazione responsabile per l’avvio dell’attività, e il terzo con le dichiarazioni di file unitamente alla dichiarazione di inizio di attività.

Nella cura del presidente, su parere del Consiglio consultivo di Canarias e previa delibera da parte del governo nella riunione tenutasi il 22 maggio 2015,

D I S P O N G O:

Sole article.- Approvazione del Regolamento.

Regolamento delle case vacanza nelle isole Canarie, allegate al presente decreto viene approvato.

SOLE ulteriore prestazione Modifica del regolamento di alloggio turistico.

Regolamento di alloggio turismo approvato con decreto 142/2010, del 4 ottobre, alle seguenti condizioni sono cambiate:

. Un articolo 3, che deve essere modificato come segue:

“Sezione 3. regime giuridico.

1. Tutti esercizi ricettivi turistici soggetti a regolamentazione, sono tenuti a rispettare le prescrizioni contenute nella Legge sul Turismo delle Isole Canarie e il resto delle regole applicabili.

2. Inoltre, degli esercizi ricettivi turistici sono tenuti a rispettare le prescrizioni contenute nel presente regolamento, ad eccezione di case di vacanza che sono regolati da specifiche normative. “

Due. L’articolo 5, che deve essere modificato come segue:

“Articolo 5. Tipi.

1. Hotel realizzazione comprende i seguenti tipi di stabilimenti:

un albergo.

b) Urban Hotel.

c) Un emblema.

d) Hotel Rural.

2. extrahotel realizzazione comprende i seguenti tipi di stabilimenti:

a) appartamento.

b) Villa.

c) Casa emblematico.

d) fattoria.

e) Casa di vacanze. “

Abilitazione PRIMA disposizione.

la persona presso il Dipartimento della Funzione Pubblica delle Isole Canarie è abilitata con delega al turismo di rilasciare tutte le disposizioni necessarie per lo sviluppo e l’attuazione del Regolamento approvato e di modificare il contenuto dei relativi allegati .

SECONDO disposizione entrata in vigore.

Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della giornata Canarie.

Dato a Santa Cruz de Tenerife, 22 mag 2015.

PRESIDENT

DEL GOVERNO,

Paulino Rivero Baute.

A N E X

REGOLAMENTO DI CASE VACANZA

Le Isole Canarie

CAPITOLO I

DISPOSIZIONI GENERALI

Sezione 1. Scopo.

Il presente regolamento mira a disciplinare le case di vacanza sul territorio delle isole Canarie.

Sezione 2. Definizioni.

Ai fini del presente regolamento si intende:

a) affitti delle case: case, arredate e dotate pronti per l’uso immediato e soddisfare le prescrizioni del presente regolamento, sono commercializzati o promossi in canali di turismo, da assegnare temporaneamente in pieno a terzi, come al solito a fini di alloggi per vacanze e per una tassa.

b) I canali di turismo: agenzie di viaggi, centri di prenotazione e di altre società di intermediazione e organizzazione dei servizi turistici, compresi i canali virtuali di intermediazione; siti web di promozione, pubblicità, libri o affittare; e pubblicità da qualsiasi media.

c) forma consueta: il trasferimento di custodia, due o più volte entro il termine di un anno o una volta l’anno, ma più volte.

d) riacquisto accordi: piena occupazione dell’appartamento per un periodo di tempo che non comporta un cambiamento di residenza da chi lo indossa.

e) operatori di case di vacanza: le persone che possiedono o le persone fisiche o giuridiche coinvolte professionale, senior o no, le imprese è il trasferimento a titolo oneroso l’uso e il godimento della custodia che soddisfa i requisiti del presente regolamento.

Articolo 3. Ambito di applicazione.

1. è soggetta al presente regolamento abitazioni situate nel territorio delle isole Canarie, che, costruito secondo le norme di pianificazione e programmazione per l’uso del territorio e la costruzione determinazioni, fornito con le autorizzazioni e licenze necessarie esecutivo.

2. espressamente esclusi dall’ambito di applicazione del presente regolamento, gli edifici situati in terreni turistiche che si trovano all’interno delle zone turistiche o sviluppi turistici e case situate in località turistiche o turistiche residenziali sviluppi contrastanti, come le definizioni di cui nella legge 2/2013, del 29 maggio, il rinnovo e l’ammodernamento delle Canarie turistici.

Articolo 4. Natura giuridica.

Abitazioni di cui al presente regolamento devono soddisfare i requisiti contenuti nella legge sul Turismo delle Isole Canarie, quelle contenute nel presente regolamento e le altre norme settoriali che li riguardano, in particolare la sicurezza, la salute, lo sviluppo urbano, tecniche, abitabilità, accessibilità e, in generale, le attività classificate.

Articolo 5. Divieti.

1. È vietato per le persone che possiedono le case di vacanza o, eventualmente, a persone fisiche o giuridiche a cui la persona che possiede già stata affidata la gestione dello stesso, accogliere un maggior numero di persone che si applicano alla capacità di alloggiamento stabilito per il numero di camere da letto e di occupazione, secondo i dati contenuti nella dichiarazione di responsabile per l’occupazione di edifici o strutture, o se del caso, il certificato di occupazione o di licenza di prima occupazione.

2. È vietato in ogni caso, gli utenti:

a) Allocare casa vacanza a scopi diversi da quelli del tour corretta per quelli assunti.

b) Eseguire qualsiasi attività che è in contraddizione con l’obiettivo di convivenza, igiene e regolare l’ordine pubblico o impedire il normale resto di altri utenti della proprietà.

c) Violazione delle regole di procedura delle proprietari di case dove si trova la casa di vacanza.

Articolo 6. Plate-distintivo.

Le case per ferie in mostra, che comprende sempre un divieto espresso dalle regole dei proprietari di casa, all’ingresso, in un luogo visibile, una targa-distintivo nel formato e le caratteristiche di cui all’allegato 1 del presente regolamento, in cui indicando il numero di iscrizione nel Registro Generale di Turismo Isole Canarie, che viene assegnato.

Articolo 7. Informazione e pubblicità.

1. La pubblicità, fornitura e gestione di case di vacanza devono essere conformi ai requisiti di veridicità, obiettività e buona fede, che fornisce all’utente informazioni sufficienti sulle caratteristiche di coloro, le condizioni di utilizzo e le prestazioni che comprendono servizi appaltati ; tutto fatte salve le disposizioni delle norme vigenti in materia di pubblicità e tutela dei consumatori e chi lo indossa.

2. La promozione di case vacanza deve essere effettuata in modo tale da non creare confusione o errore circa la sua forma e tipo, sono espressamente chiara la sua modalità extrahotel e il tipo di casa di vacanza.

3. Le persone che possiedono e aziende di case di vacanza di funzionamento, devono includere in tutta la pubblicità effettuata e qualunque sia il mezzo impiegato, il numero di registrazione assegnato a loro.

4. Ci dovranno essere in ogni casa per le vacanze, in un luogo visibile, un segno di informazioni con un numero di telefono di attenzione, almeno 8,00 volte ha 20.00 h, che avrebbe aiutato a risolvere eventuali problemi ad esso correlati, nonché i numeri di telefono e indirizzi servizi di emergenza e di salute, redatti almeno in castigliano e in inglese.

5. All’inizio per effettuare la prenotazione o il contratto del servizio di hosting saranno informati delle condizioni di accesso alla casa per le vacanze, le ore di entrata e di uscita, l’ammissione degli animali domestici, il sistema di prenotazione e prezzi dei servizi offerti nonché degli eventuali requisiti per l’uso della casa vacanza.

6. I divieti di cui all’articolo 5.2 del presente regolamento, è comunicata in modo leggibile zona visibile nella casa vacanza, almeno in castigliano e in inglese e resi noti, prima o al momento della l’assunzione, le persone che ne fanno uso.

CAPITOLO II

CONDIZIONI D’USO, E REQUISITI ATTREZZATURE

Appartamenti Vacanze

Articolo 8. Condizioni di utilizzo e di sicurezza richieste.

1. Le case vacanza devono rimanere in condizioni idonee e resi disponibili agli utenti in perfette condizioni di pulizia ed igiene, in modo da consentire l’uso immediato.

2. I proprietari di case o se le persone, persone fisiche o giuridiche a cui la persona che possiede già stata affidata la gestione dello stesso, devono presentare alla Direzione Generale delle informazioni di polizia relativa al soggiorno delle persone rimanendo in essa, secondo le regole legali di registrazione e le informazioni richieste dalla normativa per la tutela della pubblica sicurezza e altre disposizioni applicabili documentario.

Articolo 9 Requisiti funzionali.

1. Il design e le dimensioni del contenitore devono essere tali che supportano l’adeguata fornitura di mobili, facilitando, insieme con le sue strutture e le attività di attrezzature di rottura e abbigliamento, articoli da toeletta, cibo, camera, lo stoccaggio e l’accesso ai servizi di telecomunicazione, se del caso.

2. Le dimensioni minime, elementi di attrezzature informatiche e attrezzature metri quadrati di programma di edilizia e l’occupazione, in base al numero di camere doppie o matrimoniali ci sono, devono essere conformi ai requisiti della Decreto 117/2006, del 1 ° agosto, per cui l’abitabilità delle abitazioni o di regolamento che sostituisce regolamentato.

Articolo 10. Requisiti minimi di apparecchiature.

Le case vacanza deve disporre del materiale minimo di cui al presente articolo, in ciascuna delle sue unità, in proporzione al numero degli occupanti e secondo l’attività nella stessa, come segue:

1. Equipaggiamento generale.

a) sicurezza interna porte con serratura.

b) Kit di pronto soccorso.

2. Camera da letto.

a) di illuminazione per la lettura accanto ad ogni letto.

b) Sistema efficace oscuramento con ogni camera da letto che conta.

c) materiale deformabile senza grucce omogeneo e stile adeguato al numero di persone che utilizzano.

d) con letto matrimoniale o due letti singoli le seguenti dimensioni minime:

– Individuali: 0,90 m x 1,90 m

– Doppio: 1,35 m x 1,90 m

e) attrezzature minimo e biancheria da letto sufficiente per chi li indossa:

– Materasso protettore.

– Fogli o simili.

– Manta.

– Pillow.

– Copriletto.

Dovrebbe essere l’assunzione di più di una settimana, fornirà un altro insieme di letto indossa per ogni settimana o frazione.

3. Bagno.

– Specchio.

– Dryer.

– Supporto per rotoli di carta igienica.

– Mouse.

– Supporto, con capacità sufficiente per posizionare oggetti governare non dovrebbe avere contatore o simile.

– Porta asciugamani, ganci o grucce con capacità sufficiente.

– Sistema per impedire la fuoriuscita di acqua nella vasca o doccia.

– Asciugamani per ogni utilizzatore.

– Asciugamani per ogni utilizzatore.

– Quando il soggiorno è stato più di una settimana, che fornirà un altro set di asciugamani per chi lo indossa per ogni settimana o frazione.

4. Cucina.

– Forno o microonde.

– Caffè.

– Stoviglie, posate e bicchieri in quantità adeguate alla capacità degli utenti.

– Famiglia e biancheria sufficiente per la movimentazione e il consumo di cibo.

– Utensili per la pulizia.

– Ferro e asse da stiro.

Articolo 11. I prezzi.

1. Nelle case di vacanza sono pubblicate prezzi del servizio di hosting, che contiene la data in cui pubblicizzare o annunciare pubblicamente, e applicare di conseguenza.

2. Si può pagare prezzi più alti o può essere addebitato per articoli non ordinato o non sono indicati sul turista o canali che non riflesse nel documento che deve essere consegnato a chi lo indossa quando il l’assunzione, ai sensi degli articoli 7.5 e 12.4

CAPO III

SISTEMA OPERATIVO, MODALITA ‘DI CASA

E IL BUSINESS

Articolo 12. Regime di sfruttamento.

1. Le case vacanza saranno trasferiti interamente ad un singolo utilizzatore, che sembrano essere responsabili comunque dopo la prenotazione e l’assegnazione colazione non essere permesso di esistere formalmente vietare più contratti contemporaneamente sulla stessa domestica , non permettendo, quindi, l’uso condiviso dello stesso.

2. Nel caso di abitazioni sotto il regime di proprietà orizzontale, possono essere commercializzati come case di vacanza quelle in cui tale attività non è espressamente vietato dalle regole dei proprietari di casa.

3. L’inizio dell’attività di gestione di un casa di vacanza richiedono la presentazione di una dichiarazione di responsabilità al competente Consiglio Island, che eseguirà la registrazione di attività d’ufficio nel registro generale del Turismo Isole Canarie.

4. Prima della effettiva occupazione della casa vacanza dal carattere utenti se l’assunzione non fosse stata effettuata in forma scritta prima, sarà obbligatorio che entrambe le parti firmano un documento in cui almeno essere condizioni raccolti Tratto contratto, indicando i tempi, il numero massimo di persone che possono occupare la casa ed i prezzi da addebitare per il servizio di hosting, con IVA inclusa. Il presente documento sarà redatto almeno in castigliano e in inglese.

Articolo 13 – Dichiarazione responsabile per l’inizio dell’attività.

1. In via preliminare all’inizio dell’attività di gestione di un casa per le vacanze, i detentori della stessa o se le persone fisiche o giuridiche che in precedenza affidati nella propria azienda agricola, deve redigere una dichiarazione responsabile, indirizzata al corrispondente Cabildo, dove il rispetto dei requisiti e delle disposizioni stabilite dal presente regolamento, che fornisce una documentazione così accreditata e decidono di mantenere tale conformità durante il tempo in cui si svolge l’attività è rivelato.

2. Il capo di inizio della dichiarazione di attività deve contenere almeno gli elementi indicati nell’allegato 2 e sarà accompagnato da dichiarazioni responsabili di cui all’allegato 3.

3. Una volta presentate, responsabile per l’inizio della dichiarazione di attività, il Cabildo Insular inserita automaticamente entro un termine massimo di quindici giorni lavorativi, le informazioni sull’attività di sfruttamento della casa vacanza, nel turismo Registro Generale della Comunità autonoma di Isole Canarie, in conformità alle disposizioni del suo statuto e consegnato al proprietario o persona appropriata, il gestore della casa, che ha fatto una dichiarazione, moduli di reclamo, il manifesto per loro e il libro ispezione.

Articolo 14. Modifiche e incidenti nella conduzione degli affari.

Qualsiasi modifica o la modifica dei dati inclusi nella dichiarazione di responsabile per l’avvio delle attività saranno comunicate al competente Consiglio isola entro e non oltre trenta giorni dalla loro effettuate, in modo che la tua voce è appropriato nel Registro di sistema.

Articolo 15. Cessazione dell’attività.

1. I proprietari di case vacanza, o, eventualmente, persone persone fisiche o giuridiche in precedenza affidata la persona che possiede sfruttamento, comunicare la cessazione definitiva delle attività alla competente Consiglio isola entro un periodo massimo di trenta giorni a seguito di tale risoluzione, distribuendo moduli di reclamo e prenota l’ispezione.

2. Comunicazione di cessazione di attività può essere effettuata con qualsiasi mezzo giuridicamente valido in grado di perseveranza e lo stesso deve essere registrata nel turismo Registro Generale.

CAPITOLO IV

RECLAMI, ISPEZIONE E SISTEMA SANZIONATORIO

Articolo 16 Reclami.

1. In ogni momento sarà, a disposizione degli utenti, fogli regolati al modello ufficiale regolato dalla legislazione turistica, fatta salva come può essere esecutiva in altri soggetti crediti.

2. In caso di reclami basati sui prezzi, a chi lo indossa sarà consegnato insieme a forme di reclamo, copia della conferma o l’accreditamento della prenotazione. Questa copia sarà firmata dai proprietari della casa o le persone fisiche o giuridiche a cui la persona che possiede già incaricate della gestione e contiene, oltre al fermo, contenere la data di consegna dello stesso è fatto.

Articolo 17. Ispezione e sanzioni.

1. Il mancato raggiungimento qualsiasi dei requisiti e delle disposizioni del presente regolamento devono essere comunicati al controllo del turismo al fine di applicazione, se del caso, il regime sanzionatorio di cui al titolo VI della legge 7/1995, del 6 aprile, sul Turismo delle Isole Canarie, fatte salve le disposizioni di cui all’articolo 71 bis 4 della legge 30/1992, del 26 novembre sul regime giuridico delle Amministrazioni Pubbliche e procedura amministrativa comune.

2. Essere responsabile per le norme amministrative del turismo che si applicano al loro infrazioni, persone proprietarie di una casa o se le persone fisiche o giuridiche a cui la persona che possiede già incaricate della gestione delle case vacanza.

3. In ogni caso il proprietario della casa può sostenere che la casa ha la condizione di solito al fine di evitare azioni Inspection Service Desk indirizzo.

 

SCARICA IL DECRETO AFFITTO VACACIONALES UFFICIALE 

Lo Statuto di Autonomia delle Isole Canarie, approvata dalla Legge Organica 10/1982, del 10 agosto, al punto 21 dell’articolo 30 attribuite alla competenza esclusiva delle Canarie nel settore del turismo.

Legge 7/1995, del 6 aprile, sul Turismo delle Isole Canarie, è stato approvato nell’ambito della competenza esclusiva e l’esercizio del potere legislativo, che nella sua forma attuale, prevede che i servizi di ricettività turistica saranno offerti all’interno dell’hotel o extra-alberghiere regime; e il Governo delle Canarie regolerebbe i tipi di stabilimenti che rientrano all’interno di ciascuna modalità. Questo mandato legale è stata condotta con l’approvazione del decreto 142/2010 del 4 ottobre, il regolamento di Attività Turistiche Alloggi è approvato.

Successivamente, il Parlamento ha approvato la legge 4/2013, del 4 giugno misure di allentamento e promuovendo mercato immobiliare noleggio, che all’articolo I, paragrafo 2, aggiunge la lettera e) dell’articolo 5 della legge 29/1994, del 24 novembre, di contratti di locazione urbani, per i quali è escluso dal campo di applicazione della legge, “la cessione temporanea di un intero alloggio arredato e attrezzato per un uso immediato, commercializzati o promosso nel settore del turismo e dei canali realizzati a scopo di lucro, se sottoposti a un regime specifico, derivato dalle sue normative di settore. “

E ‘per tutto quanto sopra, che è considerata necessaria, lo sviluppo del regolamento per determinare le condizioni ei requisiti per le case vacanza, incorporando la regolamentazione degli stabilimenti di alloggio turistico, come una nuova tipologia di forma extrahotel. Tuttavia, a causa delle caratteristiche particolari di questo tipo extra alberghiere, di sviluppare le case che sono state costruite o riabilitate in base alle condizioni già regolati da normative specifiche, che li distinguono da tutti gli altri tipi di esercizi ricettivi turistici, non è dovrebbe essere requisiti applicabili o costruttive o quelli di attrezzature e servizi applicabili agli altri esercizi ricettivi turistici, e deve soddisfare i requisiti specifici.

Il decreto si compone di un unico articolo, dedicato alla adozione del regolamento delle case vacanza nelle isole Canarie, il testo viene poi inserita una disposizione aggiuntiva di modificare il regolamento di alloggio turismo approvato con decreto 142/2010 del 4 ottobre, due disposizioni finali di abilitazione e l’entrata in vigore e un allegato al contenuto del regolamento.

Il regolamento si compone di quattro capitoli e tre allegati.

Capitolo I, fatto riferimento alle disposizioni generali che trattano la materia, le definizioni, la portata, lo status giuridico, così come quelli dedicati ai divieti e gli aspetti legati alla identificazione (piatto-distintivo) e di informazione e pubblicità delle case vacanza .

Capo II tratta le condizioni d’uso e di sicurezza richieste, requisiti funzionali e dei requisiti minimi di apparecchiature che dovrebbero avere case vacanza e informazioni sui prezzi da raccogliere. Tali requisiti sono considerati complementari a quelle già previste dal Decreto 117/2006, del 1 ° agosto, con la quale l’abitabilità delle abitazioni e la procedura per ottenere il certificato di occupazione sono regolate.

Capo III stabilisce il regime di sfruttamento delle case di vacanza, così come la procedura di dichiarazione responsabile per l’avvio delle attività, secondo il regime di dichiarazione responsabile generale istituito dalla legge sul Turismo delle Isole Canarie, nei suoi articoli 13.2. a) e 24.1. In questa dichiarazione appropriata, a seconda o la data richiesta la licenza edilizia della proprietà si chiede, cioè, essere accompagnati, responsabile per l’occupazione di un documento di edifici o strutture dichiarazione è accompagnata, come previsto Articolo 166-bis del testo unico delle leggi di pianificazione delle Isole Canarie e Canarie Isola aree naturali, o se del caso, il certificato di occupazione o di licenza di prima occupazione, in base alle condizioni di cui al Decreto 117 / 2006 del 1 ° agosto, per cui l’abitabilità delle abitazioni o di regolamento che sostituisce regolamentato. Allo stesso modo è inoltre accompagnata, nel caso delle abitazioni sotto il regime di proprietà orizzontale, l’assenza di una dichiarazione esplicita di divieto nella Costituzione dei proprietari, per l’attività di case di vacanza; e, se del caso, la dichiarazione dell’impossibilità di porre la targa distintiva sulla parte esterna della casa vacanza, dall’esistenza di espresso divieto dai proprietari, targhette di collocamento in aree pubbliche o l’esterno della casa In questo capitolo il cambiamento processo di comunicazione e incidente nella conduzione degli affari e la procedura con cui i Consigli Isola della cessazione di attività è regolamentata anche.

Capitolo IV è dedicato ai reclami ed alle ispezioni e sanzioni.

E infine i tre allegati, contenenti, il primo, il modello piatto distintivo di esporre per le case vacanza, la seconda con i dati minimi da includere nella dichiarazione responsabile per l’avvio dell’attività, e il terzo con le dichiarazioni di file unitamente alla dichiarazione di inizio di attività.

Nella cura del presidente, su parere del Consiglio consultivo di Canarias e previa delibera da parte del governo nella riunione tenutasi il 22 maggio 2015,

D I S P O N G O:

Sole article.- Approvazione del Regolamento.

Regolamento delle case vacanza nelle isole Canarie, allegate al presente decreto viene approvato.

SOLE ulteriore prestazione Modifica del regolamento di alloggio turistico.

Regolamento di alloggio turismo approvato con decreto 142/2010, del 4 ottobre, alle seguenti condizioni sono cambiate:

. Un articolo 3, che deve essere modificato come segue:

“Sezione 3. regime giuridico.

1. Tutti esercizi ricettivi turistici soggetti a regolamentazione, sono tenuti a rispettare le prescrizioni contenute nella Legge sul Turismo delle Isole Canarie e il resto delle regole applicabili.

2. Inoltre, degli esercizi ricettivi turistici sono tenuti a rispettare le prescrizioni contenute nel presente regolamento, ad eccezione di case di vacanza che sono regolati da specifiche normative. “

Due. L’articolo 5, che deve essere modificato come segue:

“Articolo 5. Tipi.

1. Hotel realizzazione comprende i seguenti tipi di stabilimenti:

un albergo.

b) Urban Hotel.

c) Un emblema.

d) Hotel Rural.

2. extrahotel realizzazione comprende i seguenti tipi di stabilimenti:

a) appartamento.

b) Villa.

c) Casa emblematico.

d) fattoria.

e) Casa di vacanze. “

Abilitazione PRIMA disposizione.

la persona presso il Dipartimento della Funzione Pubblica delle Isole Canarie è abilitata con delega al turismo di rilasciare tutte le disposizioni necessarie per lo sviluppo e l’attuazione del Regolamento approvato e di modificare il contenuto dei relativi allegati .

SECONDO disposizione entrata in vigore.

Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della giornata Canarie.

Dato a Santa Cruz de Tenerife, 22 mag 2015.

PRESIDENT

DEL GOVERNO,

Paulino Rivero Baute.

A N E X

REGOLAMENTO DI CASE VACANZA

Le Isole Canarie

CAPITOLO I

DISPOSIZIONI GENERALI

Sezione 1. Scopo.

Il presente regolamento mira a disciplinare le case di vacanza sul territorio delle isole Canarie.

Sezione 2. Definizioni.

Ai fini del presente regolamento si intende:

a) affitti delle case: case, arredate e dotate pronti per l’uso immediato e soddisfare le prescrizioni del presente regolamento, sono commercializzati o promossi in canali di turismo, da assegnare temporaneamente in pieno a terzi, come al solito a fini di alloggi per vacanze e per una tassa.

b) I canali di turismo: agenzie di viaggi, centri di prenotazione e di altre società di intermediazione e organizzazione dei servizi turistici, compresi i canali virtuali di intermediazione; siti web di promozione, pubblicità, libri o affittare; e pubblicità da qualsiasi media.

c) forma consueta: il trasferimento di custodia, due o più volte entro il termine di un anno o una volta l’anno, ma più volte.

d) riacquisto accordi: piena occupazione dell’appartamento per un periodo di tempo che non comporta un cambiamento di residenza da chi lo indossa.

e) operatori di case di vacanza: le persone che possiedono o le persone fisiche o giuridiche coinvolte professionale, senior o no, le imprese è il trasferimento a titolo oneroso l’uso e il godimento della custodia che soddisfa i requisiti del presente regolamento.

Articolo 3. Ambito di applicazione.

1. è soggetta al presente regolamento abitazioni situate nel territorio delle isole Canarie, che, costruito secondo le norme di pianificazione e programmazione per l’uso del territorio e la costruzione determinazioni, fornito con le autorizzazioni e licenze necessarie esecutivo.

2. espressamente esclusi dall’ambito di applicazione del presente regolamento, gli edifici situati in terreni turistiche che si trovano all’interno delle zone turistiche o sviluppi turistici e case situate in località turistiche o turistiche residenziali sviluppi contrastanti, come le definizioni di cui nella legge 2/2013, del 29 maggio, il rinnovo e l’ammodernamento delle Canarie turistici.

Articolo 4. Natura giuridica.

Abitazioni di cui al presente regolamento devono soddisfare i requisiti contenuti nella legge sul Turismo delle Isole Canarie, quelle contenute nel presente regolamento e le altre norme settoriali che li riguardano, in particolare la sicurezza, la salute, lo sviluppo urbano, tecniche, abitabilità, accessibilità e, in generale, le attività classificate.

Articolo 5. Divieti.

1. È vietato per le persone che possiedono le case di vacanza o, eventualmente, a persone fisiche o giuridiche a cui la persona che possiede già stata affidata la gestione dello stesso, accogliere un maggior numero di persone che si applicano alla capacità di alloggiamento stabilito per il numero di camere da letto e di occupazione, secondo i dati contenuti nella dichiarazione di responsabile per l’occupazione di edifici o strutture, o se del caso, il certificato di occupazione o di licenza di prima occupazione.

2. È vietato in ogni caso, gli utenti:

a) Allocare casa vacanza a scopi diversi da quelli del tour corretta per quelli assunti.

b) Eseguire qualsiasi attività che è in contraddizione con l’obiettivo di convivenza, igiene e regolare l’ordine pubblico o impedire il normale resto di altri utenti della proprietà.

c) Violazione delle regole di procedura delle proprietari di case dove si trova la casa di vacanza.

Articolo 6. Plate-distintivo.

Le case per ferie in mostra, che comprende sempre un divieto espresso dalle regole dei proprietari di casa, all’ingresso, in un luogo visibile, una targa-distintivo nel formato e le caratteristiche di cui all’allegato 1 del presente regolamento, in cui indicando il numero di iscrizione nel Registro Generale di Turismo Isole Canarie, che viene assegnato.

Articolo 7. Informazione e pubblicità.

1. La pubblicità, fornitura e gestione di case di vacanza devono essere conformi ai requisiti di veridicità, obiettività e buona fede, che fornisce all’utente informazioni sufficienti sulle caratteristiche di coloro, le condizioni di utilizzo e le prestazioni che comprendono servizi appaltati ; tutto fatte salve le disposizioni delle norme vigenti in materia di pubblicità e tutela dei consumatori e chi lo indossa.

2. La promozione di case vacanza deve essere effettuata in modo tale da non creare confusione o errore circa la sua forma e tipo, sono espressamente chiara la sua modalità extrahotel e il tipo di casa di vacanza.

3. Le persone che possiedono e aziende di case di vacanza di funzionamento, devono includere in tutta la pubblicità effettuata e qualunque sia il mezzo impiegato, il numero di registrazione assegnato a loro.

4. Ci dovranno essere in ogni casa per le vacanze, in un luogo visibile, un segno di informazioni con un numero di telefono di attenzione, almeno 8,00 volte ha 20.00 h, che avrebbe aiutato a risolvere eventuali problemi ad esso correlati, nonché i numeri di telefono e indirizzi servizi di emergenza e di salute, redatti almeno in castigliano e in inglese.

5. All’inizio per effettuare la prenotazione o il contratto del servizio di hosting saranno informati delle condizioni di accesso alla casa per le vacanze, le ore di entrata e di uscita, l’ammissione degli animali domestici, il sistema di prenotazione e prezzi dei servizi offerti nonché degli eventuali requisiti per l’uso della casa vacanza.

6. I divieti di cui all’articolo 5.2 del presente regolamento, è comunicata in modo leggibile zona visibile nella casa vacanza, almeno in castigliano e in inglese e resi noti, prima o al momento della l’assunzione, le persone che ne fanno uso.

CAPITOLO II

CONDIZIONI D’USO, E REQUISITI ATTREZZATURE

Appartamenti Vacanze

Articolo 8. Condizioni di utilizzo e di sicurezza richieste.

1. Le case vacanza devono rimanere in condizioni idonee e resi disponibili agli utenti in perfette condizioni di pulizia ed igiene, in modo da consentire l’uso immediato.

2. I proprietari di case o se le persone, persone fisiche o giuridiche a cui la persona che possiede già stata affidata la gestione dello stesso, devono presentare alla Direzione Generale delle informazioni di polizia relativa al soggiorno delle persone rimanendo in essa, secondo le regole legali di registrazione e le informazioni richieste dalla normativa per la tutela della pubblica sicurezza e altre disposizioni applicabili documentario.

Articolo 9 Requisiti funzionali.

1. Il design e le dimensioni del contenitore devono essere tali che supportano l’adeguata fornitura di mobili, facilitando, insieme con le sue strutture e le attività di attrezzature di rottura e abbigliamento, articoli da toeletta, cibo, camera, lo stoccaggio e l’accesso ai servizi di telecomunicazione, se del caso.

2. Le dimensioni minime, elementi di attrezzature informatiche e attrezzature metri quadrati di programma di edilizia e l’occupazione, in base al numero di camere doppie o matrimoniali ci sono, devono essere conformi ai requisiti della Decreto 117/2006, del 1 ° agosto, per cui l’abitabilità delle abitazioni o di regolamento che sostituisce regolamentato.

Articolo 10. Requisiti minimi di apparecchiature.

Le case vacanza deve disporre del materiale minimo di cui al presente articolo, in ciascuna delle sue unità, in proporzione al numero degli occupanti e secondo l’attività nella stessa, come segue:

1. Equipaggiamento generale.

a) sicurezza interna porte con serratura.

b) Kit di pronto soccorso.

2. Camera da letto.

a) di illuminazione per la lettura accanto ad ogni letto.

b) Sistema efficace oscuramento con ogni camera da letto che conta.

c) materiale deformabile senza grucce omogeneo e stile adeguato al numero di persone che utilizzano.

d) con letto matrimoniale o due letti singoli le seguenti dimensioni minime:

– Individuali: 0,90 m x 1,90 m

– Doppio: 1,35 m x 1,90 m

e) attrezzature minimo e biancheria da letto sufficiente per chi li indossa:

– Materasso protettore.

– Fogli o simili.

– Manta.

– Pillow.

– Copriletto.

Dovrebbe essere l’assunzione di più di una settimana, fornirà un altro insieme di letto indossa per ogni settimana o frazione.

3. Bagno.

– Specchio.

– Dryer.

– Supporto per rotoli di carta igienica.

– Mouse.

– Supporto, con capacità sufficiente per posizionare oggetti governare non dovrebbe avere contatore o simile.

– Porta asciugamani, ganci o grucce con capacità sufficiente.

– Sistema per impedire la fuoriuscita di acqua nella vasca o doccia.

– Asciugamani per ogni utilizzatore.

– Asciugamani per ogni utilizzatore.

– Quando il soggiorno è stato più di una settimana, che fornirà un altro set di asciugamani per chi lo indossa per ogni settimana o frazione.

4. Cucina.

– Forno o microonde.

– Caffè.

– Stoviglie, posate e bicchieri in quantità adeguate alla capacità degli utenti.

– Famiglia e biancheria sufficiente per la movimentazione e il consumo di cibo.

– Utensili per la pulizia.

– Ferro e asse da stiro.

Articolo 11. I prezzi.

1. Nelle case di vacanza sono pubblicate prezzi del servizio di hosting, che contiene la data in cui pubblicizzare o annunciare pubblicamente, e applicare di conseguenza.

2. Si può pagare prezzi più alti o può essere addebitato per articoli non ordinato o non sono indicati sul turista o canali che non riflesse nel documento che deve essere consegnato a chi lo indossa quando il l’assunzione, ai sensi degli articoli 7.5 e 12.4

CAPO III

SISTEMA OPERATIVO, MODALITA ‘DI CASA

E IL BUSINESS

Articolo 12. Regime di sfruttamento.

1. Le case vacanza saranno trasferiti interamente ad un singolo utilizzatore, che sembrano essere responsabili comunque dopo la prenotazione e l’assegnazione colazione non essere permesso di esistere formalmente vietare più contratti contemporaneamente sulla stessa domestica , non permettendo, quindi, l’uso condiviso dello stesso.

2. Nel caso di abitazioni sotto il regime di proprietà orizzontale, possono essere commercializzati come case di vacanza quelle in cui tale attività non è espressamente vietato dalle regole dei proprietari di casa.

3. L’inizio dell’attività di gestione di un casa di vacanza richiedono la presentazione di una dichiarazione di responsabilità al competente Consiglio Island, che eseguirà la registrazione di attività d’ufficio nel registro generale del Turismo Isole Canarie.

4. Prima della effettiva occupazione della casa vacanza dal carattere utenti se l’assunzione non fosse stata effettuata in forma scritta prima, sarà obbligatorio che entrambe le parti firmano un documento in cui almeno essere condizioni raccolti Tratto contratto, indicando i tempi, il numero massimo di persone che possono occupare la casa ed i prezzi da addebitare per il servizio di hosting, con IVA inclusa. Il presente documento sarà redatto almeno in castigliano e in inglese.

Articolo 13 – Dichiarazione responsabile per l’inizio dell’attività.

1. In via preliminare all’inizio dell’attività di gestione di un casa per le vacanze, i detentori della stessa o se le persone fisiche o giuridiche che in precedenza affidati nella propria azienda agricola, deve redigere una dichiarazione responsabile, indirizzata al corrispondente Cabildo, dove il rispetto dei requisiti e delle disposizioni stabilite dal presente regolamento, che fornisce una documentazione così accreditata e decidono di mantenere tale conformità durante il tempo in cui si svolge l’attività è rivelato.

2. Il capo di inizio della dichiarazione di attività deve contenere almeno gli elementi indicati nell’allegato 2 e sarà accompagnato da dichiarazioni responsabili di cui all’allegato 3.

3. Una volta presentate, responsabile per l’inizio della dichiarazione di attività, il Cabildo Insular inserita automaticamente entro un termine massimo di quindici giorni lavorativi, le informazioni sull’attività di sfruttamento della casa vacanza, nel turismo Registro Generale della Comunità autonoma di Isole Canarie, in conformità alle disposizioni del suo statuto e consegnato al proprietario o persona appropriata, il gestore della casa, che ha fatto una dichiarazione, moduli di reclamo, il manifesto per loro e il libro ispezione.

Articolo 14. Modifiche e incidenti nella conduzione degli affari.

Qualsiasi modifica o la modifica dei dati inclusi nella dichiarazione di responsabile per l’avvio delle attività saranno comunicate al competente Consiglio isola entro e non oltre trenta giorni dalla loro effettuate, in modo che la tua voce è appropriato nel Registro di sistema.

Articolo 15. Cessazione dell’attività.

1. I proprietari di case vacanza, o, eventualmente, persone persone fisiche o giuridiche in precedenza affidata la persona che possiede sfruttamento, comunicare la cessazione definitiva delle attività alla competente Consiglio isola entro un periodo massimo di trenta giorni a seguito di tale risoluzione, distribuendo moduli di reclamo e prenota l’ispezione.

2. Comunicazione di cessazione di attività può essere effettuata con qualsiasi mezzo giuridicamente valido in grado di perseveranza e lo stesso deve essere registrata nel turismo Registro Generale.

CAPITOLO IV

RECLAMI, ISPEZIONE E SISTEMA SANZIONATORIO

Articolo 16 Reclami.

1. In ogni momento sarà, a disposizione degli utenti, fogli regolati al modello ufficiale regolato dalla legislazione turistica, fatta salva come può essere esecutiva in altri soggetti crediti.

2. In caso di reclami basati sui prezzi, a chi lo indossa sarà consegnato insieme a forme di reclamo, copia della conferma o l’accreditamento della prenotazione. Questa copia sarà firmata dai proprietari della casa o le persone fisiche o giuridiche a cui la persona che possiede già incaricate della gestione e contiene, oltre al fermo, contenere la data di consegna dello stesso è fatto.

Articolo 17. Ispezione e sanzioni.

1. Il mancato raggiungimento qualsiasi dei requisiti e delle disposizioni del presente regolamento devono essere comunicati al controllo del turismo al fine di applicazione, se del caso, il regime sanzionatorio di cui al titolo VI della legge 7/1995, del 6 aprile, sul Turismo delle Isole Canarie, fatte salve le disposizioni di cui all’articolo 71 bis 4 della legge 30/1992, del 26 novembre sul regime giuridico delle Amministrazioni Pubbliche e procedura amministrativa comune.

2. Essere responsabile per le norme amministrative del turismo che si applicano al loro infrazioni, persone proprietarie di una casa o se le persone fisiche o giuridiche a cui la persona che possiede già incaricate della gestione delle case vacanza.

3. In ogni caso il proprietario della casa può sostenere che la casa ha la condizione di solito al fine di evitare azioni Inspection Service Desk indirizzo.

 

SCARICA IL DECRETO AFFITTO VACACIONALES UFFICIALE 

 

Download “DECRETO AFFITTO VACACIONALES CANARIAS” boc-a-2015-101-2512-1.pdf – Scaricato 290 volte – 554 KB

Ascav asociaciòn canaria del aquiler vacacional

In merito a questo provvedimento i residenti e proprietari canari oggi sono molto indignati , ASCAV è una associazione che segue da tempo la vicenda ,se volete anche voi seguire gli sviluppi potrete farlo a questo indirizzo url

Ascav asociaciòn canaria del aquiler vacacional

oppure dalla pagina Facebook

ASCAV

Rispondi

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies
ItalianEnglishDeutschSpanish
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: