CHIAMA +34 635.631.938 / +34 635.632.009

Home » info utili per investire » INVESTIRE ALLE ISOLE CANARIE

INVESTIRE ALLE ISOLE CANARIE

 

INVESTIRE ALLE ISOLE CANARIE – REGIME FISCALE, IMPOSTE, TASSE, FISCO, AGEVOLAZIONI E INCENTIVI FISCALI

INVESTIRE ALLE ISOLE CANARIE 2

 

 

 

 

 

DAL SITO INVESTIMENTI CANARIE  SONO RIUSCITA A TROVARE QUANTO SEGUE

REF – Régimen Económico y Fiscal
Il Regime Economico e Fiscale (REF) prevede una serie di incentivi e deduzioni fiscali volti alla creazione e allo sviluppo di attività d’impresa nel territorio canario. In esso si trovano norme relative a:

• esenzione della tassa sui trasferimenti patrimoniali e sugli atti giuridici documentati per le società di nuova costituzione domiciliate alle Canarie;
• IGIC (Impuesto General Indirecto Canario);
• RIC (Reserva de Inversiones Canarias);
• ZEC (Zona Especial Canaria); vedi apposita sezione dedicata
• sconto del 50% sulla quota dell’imposta sulle società ( IS ) derivata dalla produzione e successiva vendita di beni fisici e corporali prodotti nell’ Arcipelago Canario, specifico per le attività agricole, industriali, gli allevamenti e la pesca (compatibile con la riserva per gli investimenti);
• sconti sull’ imposta sulle società e sull’ IRPEF per investimenti effettuati alle Isole Canarie.

 

Fatturazione. Competitività – Appetibilità.

Prima di tutto ricordiamo che le Isole Canarie sono parte integrante dell’Europa ma in extraterritorialita’ dal punto di vista IVA; cioe’ l’IVA non e’ dovuta.
Per tale ragione per le Società che operano alle Canarie vi è già un consistente vantaggio, che le rende più competitive ed appetibili nella loro veste di consulenti, intermediari, erogatori di servizi e fornitori di beni, nella procedura di fatturazione verso Entità ubicate al di fuori del territorio Canario e Spagnolo.
Potendo interagire quindi con i propri abituali o nuovi clienti Italiani o nel resto del modo si potrà :

a) Fatturare senza IVA verso altre Società
b) Fatturare con un’imposta pari al solo 7% verso persone fisiche.

 

Tassazione sulle Società
Il Real Decreto-ley 4/2013, del 22/2/2013 al fine di stimolare e sostenere l’imprenditorialità e crescita economica ha determinato che per i primi 2 anni di esercizio le imprese di nuova
costituzione saranno tassate con un’aliquota ridotta del 15% per i primi 300.000 € di beneficio maturato; l’eccedenza sarà tassata al 20%.
Terminato il periodo di due anni di prima attività, le Società che fatturano fino a 10 milioni di euro saranno soggette a un’aliquota ridotta del 25% per la base imponibile fino a 300.000 euro (30% per la quota che supera tale soglia).
Due differenti aliquote, invece, trovano applicazione nei riguardi delle imprese che fatturano fino a 5 milioni di euro e con meno di 25 dipendenti: 20% fino a 300.000 euro, 25% per la rimanente base imponibile.
La Società che andrà a svolgere le attività sarà sottoposta ad una tassazione come sopra descritto e calcolato a fine esercizio annuale.

 

IGIC – Impuesto General Indirecto de Canarias
L’IGIC è un’imposta indiretta assimilabile all’IVA italiana.
Nelle Isole Canarie l’aliquota dell’IGIC è pari a:

• 0% per acquisto e la fruizione di alcuni beni e servizi (salute, produzione di acqua, beni per lo svolgimento di richerche e sviluppo  ad es.  ) ecc., ecc.;
• esenzione, in specifici casi, dell’IGIC per l’acquisto di beni d’investimento;
• 7% per beni e servizi “ordinari”;
• 13,5% per beni e servizi non primari o di lusso.

Tale aliquota che rimarrà in vigore fino al 2014.
RIC – Reserva de Inversiones Canarias (informazioni di base; non esaustive).
Nel panorama dei vantaggi ed opportunità fiscali che offre il REF Canario (Regime Economico e Fiscale) riteniamo sia opportuno porre maggior accento alla R.I.C. (Reserva Impuestas de Canarias); strumento messo a disposizione di Società ed imprenditori che la possono utilizzare per autofinanziarsi al fine di potenziare, ammodernare, sviluppare e ampliare la propria azienda o attività.
Accedere alla RIC, secondo modalità e procedure ben precise, infatti comporta diversi vantaggi fiscali, in relazione all’attività sviluppata negli stabilimenti, insediamenti o semplici attività economiche e professionali (di qualsiasi natura) ubicate e operative nelle Isole Canarie.
Possono accedere e conseguentemente utilizzare la RIC :

– tutte le società e entità giuridiche soggette all’imposta sulle società con sede alle Canarie;
– le persone fisiche soggette all’IRPEF, sia professionisti che imprese (sempre attive ed ubicate alle Canarie) e si calcola con la stima diretta.

La RIC permette di ridurre la base imponibile, fino al 90% dei benefici non distribuiti (BND) nell’imposta sulle società per gli importi che gli stabilimenti situati nelle Canarie destinano dei loro benefici alla dotazione della RIC per investimenti nelle Canarie.
Si può procedere ad un accantonamento della RIC per massimo di 3 anni; dopo tale periodo (a meno che non maturino le condizioni di poter impiegare la RIC prima della scadenza programmata dall’investitore o dai termini di legge) si dovrà comunque procedere a materializzare la RIC con attivi fissi (materiali ed immateriali) o, in alternativa, procedere al versamento della quota all’erario.
La condizione imprescindibile per ricorrere alla RIC é che l’impresa, ovunque sia domiciliata, abbia uno stabilimento permanente nelle Canarie, ovvero tutte le istallazioni, luoghi di lavoro, in forma continuata e abituale, realizzi tutta o parte dell’attività, con potere di contrattare, in nome e per conto della persona non residente.
Tuttavia, il RD legge 7/1998 stabilisce l’inapplicabilità degli incentivi fiscali alle attività produttive che si inquadrano nei settori sensibili (costruzioni navali, fibre sintetiche, industria automobile, siderurgia e industria del carbone).

 

Incentivo per la Produzione di Beni Fisici nelle Canarie.

Definizione dell’Incentivo per la produzione di beni fisici alle Canarie.

Si tratta di un incentivo fiscale che riduce l’aliquota dell’imposta sulle società e , se applicabile, dell’imposta sul reddito IRPEF.

Lo scopo di questo strumento fiscale è quello di incentivare l’insediamento ed aumentare le attività produttive in tutto l’arcipelago.

Ambito di applicazione dell’Incentivo per la produzione di beni fisici alle Canarie.

Possono beneficiare dell’incentivo tutti gli enti soggetti passivamente alle imposte sul reddito delle società, e l’imposta sul reddito delle persone fisiche, che dichiarino i loro redditi tramite il sistema di dichiarazione diretta, e a patto che soddisfino le seguenti condizioni:

Abbiano un’organizzazione stabile o una filiale alle Canarie, a prescindere dal luogo in cui sono domiciliati, e che si dedicano direttamente alla produzione di beni fisici nell’arcipelago che siano relativi ad attività agricole, allevamento di bestiame, industriali o della pesca. Per questo ultimo settore, a condizione che si tratti di pesca d’alto mare e che l’attività venga svolta realizzi con barche spagnole e che si sbarchi, si trasformi e venga manipolato il prodotto nelle Canarie.

Tuttavia, il Regio Decreto Legge 7/1998, stabilisce che le attività comprese nei settori produttivi considerati sensibili dall’Unione Europea, costruzioni navali, fibre sintetiche, industria automobilistica, dell’acciaio e del carbone, non possono beneficiare dell’incentivo per la produzione.

Applicazione dell’Incentivo per la Produzione di Beni Fisici.

Questo incentivo rappresenta una riduzione del 50% dell’onere fiscale che corrisponde in proporzione ai redditi derivanti dalla vendita tramite esportazione di beni fisici prodotti nelle Isole Canarie con i requisiti descritti in precedenza.

Incentivo = 50% x 30% x Profitti risultanti dalla vendita dei beni

Fisici prodotti alle Canarie.

L’incentivo vale anche per i contribuenti IRPEF che esercitino le stesse attività e con gli stessi requisiti cui sono soggetti i soggetti passivi dell’imposta sulle società. Questo incentivo si applica sulla quota integrale che corrisponde proporzionalmente ai redditi derivanti dalle attività produttive elencate.

Incentivo = 50% x Tasso medio x Reddito derivante dalla vendita dei beni fisici prodotti alle Canarie.

Compatibilità dell’Agevolazione per la Produzione con altri strumenti fiscali.

Questo strumento è compatibile con altri incentivi fiscali. In particolare, qualsiasi impresa che usufruisca dell’Incentivo per la Produzione di Beni Fisici può ottenere simultaneamente i corrispondenti vantaggi derivanti dalla dotazione della Riserva per gli investimenti alle Canarie,

L’esenzione dell’ITP (Imposta di Trasmissione Patrimoniale) e AJD (Atti

Giuridici Documentati) prevista nel REF e l’esenzione di nuovi investimenti

Per le PYMES (Piccole e medie imprese).

 

Registro Navale Speciale
Il registro navale speciale permette, alle imprese e alle navi iscritte, di usufruire di alcuni benefici, quali:

• l’esenzione della Tassa sui Trasferimenti Patrimoniali;
• lo sconto del 90% sull’ imposta sulle società;
• lo sconto del 90% sui contributi sociali (previdenza locale, ecc.) pertinenti alle Società;
• rendita esente del 50% per il lavoro effettuato durante la navigazione sulle navi iscritte al registro, per il personale imbarcato soggetto a IRPEF.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies
ItalianoEnglishDeutschEspañol
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: